Il 16 giugno a partire dalle ore 09.00 presso il CUS Cagliari, Via Is Mirrionis, torna l’evento di UniCa&Imprese, questa volta interamente dedicato al settore dell’Agrifood durante il quale imprese e ricercatori dell’Università di Cagliari avranno modo di dialogare e trasferirsi conoscenza sul tema dell’agro alimentare.

L’agroindustria è il primo settore produttivo in Italia e il suo futuro passa certamente dall’innovazione. L’obiettivo dell’evento è offrire l’opportunità a imprenditori e ricercatori di entrare in contatto, condividere le proprie esperienze e la propria conoscenza in questo settore, fino alla definizione dei migliori scenari possibili affinché l’intera filiera possa beneficiare dei vantaggi offerti dell’innovazione.

Durante l’evento UniCa&Imprese, Agrifood Edition, organizzato dal CREA UniCa (Centro Servizi di Ateneo per l’innovazione e l’imprenditorialità) operatori del settore agroindustriale ed agroalimentare e i ricercatori dell’ateneo cagliaritano potranno discutere di tecnologie e applicazioni innovative lungo tutta la catena del valore: dai prodotti, ai processi, alla distribuzione. L’evento è rivolto agli imprenditori e ai decisori di tutte le aziende della filiera e dell’ecosistema agroalimentare: imprese agricole, di allevamento, della trasformazione e della distribuzione, a istituzioni locali, e a tutti i ricercatori dell’Università di Cagliari, provenienti da ambiti disciplinari differenti (Economia, Ingegneria, Scienze, Medicina, Informatica ma anche Lettere, Filosofia,  Giurisprudenza) che volessero sfruttare questa occasione per presentare le nuove frontiere dell’innovazione su questo settore.

“Università e territorio. Questi sono i termini chiave che stanno alla base dell’evento di UniCa&Imprese e che negli anni abbiamo cercato di mettere a sistema per dare origine a un nuovo modo di intendere il rapporto fra impresa e ricerca. Aspetti di un’unica medaglia, quella dell’innovazione”spiega la prof.ssa Maria Chiara Di Guardo, Direttore del CREA UniCa e Docente Ordinario in Organizzazione aziendale presso UniCa“Le soluzioni più innovative nascono infatti dal confronto, dallo scambio, dall’interazione fra più portatori di interesse. L’obiettivo del CREA Unica, anche questa volta, è quello di contribuire alla crescita del territorio, per metterne in risalto le potenzialità del know how scientifico offerto dal nostro Ateneo e contribuire così alla costruzione di una fitta rete sociale, economica, culturale”.

Si parlerà di digitale, di sostenibilità, di tecnologie e di come gestire le ripercussioni della crisi internazionale in corso, che, a catena, impattano sulla filiera. E lo si farà attraverso una metodologia nuova e autogestita (OST, Open Space Technology), grazie al supporto di esperti facilitatori, che assicureranno a ciascun partecipante – imprenditori e ricercatori – di confrontarsi “apertamente” per elaborare insieme idee e proposte di innovazione all’interno del mercato dell’AgriFood.

Ma è veramente possibile orientare un gruppo di persone affinché esplorino e trovino soluzioni creative attraverso pratiche di lavoro ampiamente auto-organizzate?

L’Open Space Technology (OST)prosegue la prof.ssa Di Guardoè una tecnica volta ad implementare approcci partecipativi generalmente utilizzata “in situazioni in cui un gruppo eterogeneo di persone deve affrontare un contenuto complesso e potenzialmente conflittuale in modalità innovative e produttive”. In questo caso vogliamo sfruttare la forza di questa metodologia per stimolare l’attivazione di condivisione e co-creazione di conoscenza tra portatori di interesse differenti verso la formulazione di una visione di sviluppo comune: da un lato la ricerca e dall’altro le imprese”.

La partecipazione all’evento è gratuita previa registrazione on-line attraverso il form online. I posti saranno limitati e sarà possibile prenotare il proprio ingresso entro il giorno 10 giugno.

Sei un ricercatore dell’Università di Cagliari o un imprenditore nel campo dell’Agrifood?

ISCRIVITI SUBITO

Menu